CHIRURGIA PIEZOELETTRICA in chirurgia maxillo-facciale

La chirurgia ossea piezoelettrica rappresenta una tecnica chirurgica innovativa caratterizzata da un taglio selettivo dell’osso che sfrutta l’azione di microvibrazioni ad ultrasuoni. La precisione, la bassa invasività e la selettività del bisturi piezoelettrico permettono di effettuare interventi di chirurgia maxillo-facciale in condizioni di assoluta sicurezza costituendo pertanto una valida alternativa alla chirurgia ossea tradizionale.

Rispetto a questa, la Chirurgia piezoelettrica offre l’indubbio vantaggio di ridurre in modo significativo il gonfiore e il dolore postoperatori e di assicurare guarigioni più rapide.

I campi di applicazione della chirurgia piezoelettrica in chirurgia maxillo-facciale sono:

  • Chirurgia Orale: estrazione complicata di denti del giudizio in parziale o totale inclusione ossea, estrazione di germi dentari e di denti sovrannumerari.
  • Chirurgia Implantologica Dentaria
  • Chirurgia Ossea Rigenerativa: innesti di osso autologo o omologo per ricostruzione delle creste ossee mascellari o mandibolari a scopo di implantologia dentaria
  • Chirurgia Ortognatica: per la correzione di malocclusioni dentali e scheletriche settoriali nel paziente adulto, sfruttando il principio del movimento ortodontico accelerato per ottenere in tempi più rapidi un’estetica occlusale e del volto.

A cura del Dr. Pier-Francesco Galzignato
Specialista in Chirurgia Maxillo-facciale
Clinica Cittàgiardino Padova

Condividi

Lascia il tuo commento