CORREZIONE DELLE CICATRICI ACNEICHE

cicatrici acneiche sul volto

Caratteristica delle cicatrici acneiche è la loro introflessione che le rende visibili come “ombre”. La loro correzione consente di ridurne la visibilità mediante il loro livellamento al piano della cute indenne circostante.

La procedura prevede, secondo i casi, l’utilizzo, in alternativa o in variabile associazione, secondo lo specifico caso, di  tre tecniche:

  • punch grafting (carotaggio): per il sollevamento stabile delle cicatrici introflesse
  • abrasione con laser CO2 ultrapulsato: per il livellamento del piano cutaneo e la correzione delle cicatrici meno profonde (tecnica utilizzata anche per la correzione delle rughe del volto – skin resurfacing)
  • lipofilling (autolipotrapianto): per correggere avvallamenti del viso esito di acne e/o per consentire di migliorare la qualità della superficie cutanea

La procedura di correzione delle cicatrici acneiche deve essere effettuata quando l’acne non è più attiva da almeno sei mesi.

PUNCH GRAFTING (carottaggio):

Può essere eseguito come unico intervento o seguito, a distanza di qualche settimana, dall’abrasione con laser CO2. Vengono trattate cicatrici profonde almeno 1 mm.

  • Anestesia: locale
  • Procedura:
    • incisione circolare in corrispondenza di ciascun cratere cicatriziale
    • sollevamento della cicatrice fino al piano della cute indenne circostante

PERIODO POST-OPERATORIO

  • Modesto gonfiore
  • Mantenimento di cerottini a copertura delle zone trattate
  • Formazione di piccole cicatrici circolari del diametro di pochi millimetri
  • Possibile comparsa di minuscoli rilievi sulla superficie cutanea correggibili con un successivo trattamento abrasivo con laser CO2 nei casi in cui non regrediscano spontaneamente

ABRASIONE CON LASER CO2 ULTRAPULSATO

Va eseguita qualche settimana dopo l’intervento di “punch grafting” per trattare le cicatrici meno profonde e per correggere eventuali irregolarità esitate alla procedura di “punch grafting”. Il laser CO2 produce la necrosi (morte) degli strati più superficiali della pelle.

  • Anestesia: locale o locale con sedazione
  • Durata: da 30 a 60 minuti
  • Procedura:
    • diversi passaggi di luce laser sulla cute fino alla correzione dei difetti
    • copertura della pelle con unguento antibiotico

PERIODO POST-OPERATORIO

  • Nelle prime 24 ore:  bruciore moderato
  • Per 7-10 giorni: utilizzare unguento antibiotico. Gonfiore secrezioni della pelle e possibile formazione di croste
  • Fino a 2 mesi: rossore della pelle (eritema); evitare esposizione al sole ed a temperature estreme.

POSSIBILI COMPLICAZIONI

  • Infezioni cutanee:
    • herpes virus: il rischio è limitato dall’assunzione di farmaci antivirali prima e dopo l’intervento
    • infezioni batteriche: il rischio è limitato dall’utilizzo di unguenti antibiotici dopo l’intervento
  • Eritema persistente (fino a sei mesi), discromie (ipo o iperpigmentazioni): possono essere provocate dalla diretta esposizione, nel corso dei primi due mesi, a:
    • freddo eccessivo
    • eccessive fonti di calore
    • sole troppo forte
  • Cicatrici ipertrofiche (arrossate e rilevate): possono svilupparsi inaspettatamente in pazienti con  eccessiva reattività cutanea o in caso di infezione della pelle trattata. Andranno trattate con specifiche pomate ed eventualmente con infiltrazioni di cortisone.

LIPOFILLING

Secondo i casi – può essere eseguito prima del puntch grafting e del laser oppure dopo queste procedure.

  • Anestesia: locale o locale con sedazione
  • Durata: da 30 a 60 minuti
  • Procedura
    • prelievo di grasso da addome o cosce.
    • centrifugazione e purificazione del grasso prelevato
    • innesto del grasso purificato mediante sottile cannula

PERIODO POST-OPERATORIO

  • Moderato gonfiore del volto per 7 gg
  • Mantenere compressine nella regione di prelievo per 7-10 giorni

POSSIBILI COMPLICAZIONI

  • Ematomi
  • Cisti grassose

RISULTATI E LORO DURATA

Le cicatrici acneiche, come tutte le cicatrici, sono segni permanenti: non possono essere completamente cancellate, ma solo migliorate, cioè rese meno visibili. La qualità del risultato dipende dalla capacità di guarigione degli strati cutanei residui.

Condividi