Consulenza genetica per infertilità

La difficoltà riproduttiva riguarda un numero sempre maggiore di coppie. Può dipendere che cause insite esclusivamente nella femmina, oppure nel maschio o ancora in entrambi i partner; circa il 15% delle infertilità maschili e il 10% delle infertilità femminili sono causate o associate ad alterazioni genetiche (alterazioni cromosomiche o mutazioni di singoli geni).

La visita con il medico genetista esperto in riproduzione è finalizzata ad individuare la causa dell’infertilità (diagnosi) analizzando la coppia nel suo complesso, sulla base delle competenze sugli aspetti ginecologici e su quelli andrologici. Laddove indicato, sarà possibile procedere con approfondimenti genetici e non genetici utili a comprendere il motivo dell’infertilità e le possibili strategie per superare l’ostacolo alla riproduzione.

La consulenza è tesa inoltre ad informare le coppie circa il loro rischio riproduttivo (il rischio di trasmissione ai figli di eventuali anomalie genetiche) che si desume non solo sulla base di specifiche anomalie genetiche associate all’infertilità ma anche da un’attenta anamnesi che sveli condizioni personali o familiari per le quali esista un rischio gestazionale e può suggerire l’esecuzione di test genetici specifici.

La consulenza è tesa inoltre ad offrire informazioni su tutte le opzioni riproduttive in caso di infertilità (diagnosi genetica preimpianto, fecondazione assistita omologa ed eterologa, etc.).

Condividi