DITO A SCATTO

Il dito a scatto è una patologia abbastanza frequente che si manifesta con la difficoltà a piegare un dito della mano fino ad arrivare, nelle fasi più avanzate,  al blocco del movimento di flessione, superabile mediante uno sforzo, oppure aiutando la flessione del dito con la mano opposta, producendo uno scatto facilmente avvertibile.  Tale condizione si verifica a causa della formazione di un nodulo a carico di un tendine flessore, a livello del palmo della mano, che ne limita o impedisce lo scorrimento all’interno della sua guaina.

ESECUZIONE

  • Anestesia: locale
  • Durata: circa 20 minuti
  • Procedura: asportazione di un piccolo ispessimento della guaina tendinea (puleggia) in modo da ripristinare lo scorrimento del tendine.

PERIODO POST-OPERATORIO

Mantenimento in posizione elevata della mano per 3-4- giorni con una fasciatura.

Richiedi informazioni sull’intervento correttivo del dito a scatto

Condividi