NINFOPLASTICA (chirurgia delle piccole labbra)

La ninfoplastica o labioplastica consente di ridurre  piccole labbra eccessivamente sviluppate, che fuoriescono dalle grandi labbra. Può avere unicamente finalità estetiche e consentire il superamento di un possibile disagio psicologico, oppure anche funzionali, laddove i rapporti sessuali o altre pratiche (biciletta, equitazione, etc.) dovessero risultare difficoltose, disagevoli o dolorose.

ESECUZIONE

  • Anestesia: locale o locale con sedazione
  • Durata: circa 45 minuti
  • Procedura:
    • rimozione dell’eccesso dei tessuti cutanei delle piccole labbra
    • sutura dei margini cutanei con filo riassorbibile

Ove necessario può rendersi opportuno l’accorciamento del cappuccio clitorideo, ovvero della cute che ricopre la clitoride

PERIODO POST-OPERATORIO

  • Per i primi 7-10 giorni le piccole labbra saranno variabilmente gonfie, con la possibilità che nel corso delle prime 24 ore possa gemere del sangue.
  • L’attività sessuale potrà essere ripresa 3 settimane circa dopo l‘intervento.

POSSIBILI COMPLICAZIONI

Un modesto sanguinamento della ferita rientra nella normalità. Se di entità importante (emorragia) può richiedere un reintervento.

L’infezione si manifesta con dolore, arrossamento della pelle e gonfiore accompagnati o meno da febbre e viene trattata generalmente con antibiotici, medicazioni locali e solo raramente richiede un intervento chirurgico.

La riapertura spontanea della ferita (deiscenza) spesso guarisce spontaneamente con medicazioni; più raramente necessita di una nuova sutura.

La sensibilità della pelle potrà rimanere alterata per un periodo di settimane.

RISULTATI

A seguito della ninfoplastica le piccole labbra saranno di dimensioni più ridotte, generalmente contenute entro le grandi labbra. E’ possibile che esitino asimmetrie di pochi millimetri, non appariscenti. Le cicatrici  sono generalmente poco visibili e la loro qualità di norma migliora con il passare dei mesi.

Condividi