OTOPLASTICA

otoplastica01L’intervento di otoplastica corregge padiglioni auricolari di aspetto poco naturale per presenza di dimensioni o sporgenza eccessive  e/o di distorsioni della forma.

Possibili indicazioni:

  • padiglioni prominenti: padiglioni troppo distanti dal capo
  • orecchie ad ansa: parte superiore del padiglione ripiegata in basso e in avanti
  • orecchie a coppa: orecchie eccessivamente piccole ed accartocciate
  • orecchie a conchiglia: orecchie prive di alcune ripiegature cartilagineee
  • orecchie con lobuli troppo sviluppati o fissurati.

L’otoplastica è indicata a partire dagli 8 anni di età, ad avvenuto completo sviluppo del padiglione auricolare.

ESECUZIONE

  • Anestesia locale o locale con sedazione.
  • Durata: 1,5 – 2,5 ore
  • Procedura. La scelta del tipo di intervento dipende dal tipo di correzione da eseguire

Padiglioni prominenti

  • incisione nel solco retro-auricolare
  • scopertura dello scheletro cartilagine e suo modellamento con incisioni e suture
  • eventuale asportazione di alcune porzioni di cartilagine.

Riduzione dell’ampiezza del padiglione:

  • incisione lungo il solco anteriore del margine del padiglione (elice)
  • modellamento con eliminazione dell’eccesso di tessuto cutaneo e cartilagineo del padiglione.

PERIODO POST-OPERATORIO

  • Dolore locale nelle prime 24 ore.
  • Per i primi 3-4 giorni:  bendaggio attorno al capo.
  • I punti di sutura vengono rimossi dopo 7-10 giorni.
  • Per le prime 3 settimane: benda elastica durante il riposo notturno.
  • Il gonfiore residuo regredisce nel giro di 4-5 settimane dopo l’intervento.

POSSIBILI COMPLICAZIONI

  • Ematoma: può insorgere nelle prime 12-24 ore dopo l’intervento e può richiedere l’aspirazione mediante un ago o la parziale apertura della ferita
  • Infezioni: sono rare e generalmente dominabili con gli antibiotici
  • Cicatrici ipertrofiche (arrossate e rilevate): possono imprevedibilmente svilupparsi in pazienti con una eccessiva reattività cutanea o in caso di infezione della ferita e vengono trattate con specifiche pomate e/o con infiltrazioni di cortisone.

RISULTATI E LORO DURATA

I risultati sono generalmente molto graditi in quanto non viene solo modificata la conformazione dei padiglioni, ma conferito un aspetto più armonioso all’intero volto.

Le cicatrici cutanee sono poco visibili, perché generalmente nascoste nel solco retroauricolare.

Possono esitare piccole imperfezioni, quali lievi asimmetrie nell’apertura o nella conformazione dei padiglioni.

Il risultato è permanente. Altre informazioni e testimonianze.

Condividi